Sono Bolognese. Portavo le scarpe coi tacchi e volevo vivere in una metropoli. Poi mi sono trasferita a Trento, pensavo per poco. Sono qui da cinque anni. Ce ne sono voluti molti meno, di anni, a passare dal fare aperitivo in centro pensando "Qui la gente si veste male" a tornare da una falesia in infradito, zaino da montagna e parure di lividi assortiti.